Agriturismo Parco della Maremma - Agriturismo Parco Regionale della Maremma - Agriturismo Parco Naturale della Maremma

DINTORNI

Agriturismo Vallarsa - DINTORNI
  • Dintorni di Grosseto

    Agriturismo Parco della Maremma  Situata a 12 chilometri dal mare nella pianura dell’Ombrone, Grosseto è il centro principale della Maremma. La città sorse anticamente intorno ad un piccolo castello , e intorno al primo medioevo era uno “spedale” di transito sulla via Aurelia.  A quei tempi si trovava molto più vicina al mare, poi il protendersi del delta dell’Ombrone la allontanò sempre più dalla costa.

    Nel corso dei secoli conobbe alterne fortune legate alle lotte feudali, ma soprattutto a causa dell’ impaludamento del territorio circostante e la conseguente malaria che per secoli infestò la Maremma prima della definitiva bonifica compiuta intorno al 1930.

    Oggi si presenta come una città moderna, molto attiva nel campo dell’industria e del commercio, importante crocevia stradale e ferroviario, ma dotata di un centro storico piccolo e ben conservato, racchiuso nelle cinquecentesche Mura Medicee. Queste ultime formano una cinta esagonale intorno alla zona monumentale e, dall’inizio del 1800, gli spalti sono stati trasformati in giardini pubblici, tra i quali sorge l’imponente Fortezza Medicea, edificata anch’essa nella seconda metà del cinquecento, sotto i Medici, e che ingloba il cassero senese.  

    Grosseto è uno dei pochi centri italiani, insieme a  Lucca, Ferrara, Bergamo, che ha conservato intatta o quasi la sua cerchia muraria, con la fascia alberata che isola l’antico borgo dalla città nuova.

    Al centro delle mura si trova il Duomo, costruito tra i secoli  XII e XIII. Nel centro storico ha sede il Museo archeologico e d’Arte della Maremma, dove sono conservati, tra l’altro, reperti preistorici e archeologici della zona, ricchissimo di testimonianze etrusche e romane, provenienti soprattutto dagli scavi fatti a Roselle, custodisce pure preziosi reperti rinvenuti a Vetulonia, Talamone, Cosa, Sovana, Pitigliano, Vulci. Sempre all’interno delle Mura Medicee è situata la gotica Chiesa di San Francesco, con facciata a capanna e un interessante portale. Al suo interno si trovano molte opere tra cui un crocifisso ligneo di scuola senese.

     

    A soli 10 Km da Grosseto, su una bassa collina, tra pinete e pianure coltivate, si trovano le rovine di Roselle, in passato una delle principali città etrusche. Situata in posizione strategica proprio nel cuore delle più importanti località costiere, infatti, univa idealmente l’Etruria centrale con quella meridionale, nel punto in cui confluivano i traffici della maggior parte delle colonie. Nell’area archeologica di Roselle si succedono strati di età etrusca, romana e medievale. I resti più antichi sono quelli di un santuario etrusco a pianta ovale di età arcaica (VII sec.a.C.) e gli imponenti avanzi delle mura (VI sec.a.C.), che misuravano oltre 3 chilometri. Dagli scavi compiuti sono riemersi edifici del tempo dei Romani, segni  evidenti dell’attiva e ricca vita quotidiana di una comunità dedita al commercio e all’artigianato, testimoniata dal foro, dalle strade lastricate, dall’anfiteatro, dalle ville e dalle botteghe.

    E gli studiosi sono convinti che c’è ancora molto da scoprire.

     

    Alberese

    Frazione del comune di Grosseto, situata a sud-est del capoluogo, nel cuore del Parco naturale della Maremma, di cui è considerata l’anticamera, si trova in posizione strategica per raggiungere importanti luoghi di interesse artistico e naturalistico.

    L’area risulta abitata fin da epoche antiche, sono stati trovati infatti resti preistorici in alcune grotte e altrettanti di età etrusca e romana. Il moderno abitato, che sorge ai piedi del piccolo colle della Villa Granducale, si è sviluppato negli ultimi due secoli, grazie alla bonifica attuata dai Granduchi Lorena, interrotta dal Regno d’Italia e poi  ripresa, dopo la prima guerra mondiale, con l’assegnazione delle terre all’Opera Nazionale Combattenti e con la successiva Riforma Fondiaria del secondo dopoguerra. A partire dagli anni trenta, numerose famiglie venete lasciarono la terra d’origine per trasferirsi in Maremma e riprendere l’opera di bonifica sviluppando iniziative nel settore agricolo e trasformando l’attuale Alberese in un giardino.

    Nonostante la presenza dell’uomo, i naturali paradisi circostanti, con il loro patrimonio faunistico e floristico, sono stati salvati. Attualmente l’Ente Parco Naturale della Maremma e una serie di normative regionali permettono di salvaguardare la conservazione ed il perdurare di queste bellezze. Mandrie brade di cavalli e buoi maremmani scorrazzano ancora per i larghi prati, mentre tra i fitti Monti dell’Uccellina cinghiali e caprioli vivono indisturbati, le sterminate campagne si ravvivano in ogni stagione dei colori della natura.

    Il clima di Alberese e dell’area intorno presenta caratteristiche di tipo mediterraneo, più marcate lungo l’area litoranea e leggermente attenuate nell’area pianeggiante  per la presenza dei Monti dell’Uccellina che esercitano un limitato effetto di barriera all’azione mitigatrice del mare.



    << torna indietro

Copyright 2009 - Tutti i diritti riservati - Agriturismo by InYourLife - Consigliato da Agriturismo Italia

Agriturismo Parco della Maremma      Agriturismo Parco della Maremma